L’ictus cerebrale

L’ICTUS CEREBRALE o STROKE è una problematica neurologica di origine vascolare che insorge acutamente e si estrinseca clinicamente con sintomi e segni derivanti da lesione focale cerebrale (ossia che interessa una parte ben localizzata del cervello). L’ictus è definito come un’improvvisa comparsa di segni e/o sintomi riferibili a deficit focale e/o globale (coma) delle funzioni…

Continua a leggere

Il circolo cerebrale

1. Anatomia del circolo sanguigno cerebrale Il circolo cerebrale è l’insieme di tutti i vasi che vanno a vascolarizzare l’encefalo. Esistono due sistemi separati a comporre il circolo cerebrale: SISTEMA CAROTIDEO (ANTERIORE): questo sistema si basa sulla ARTERIA CAROTIDEA, la quale arriva all’interno del cranio e da lì da origine a delle diramazioni. La prima…

Continua a leggere

La distorsione di caviglia

1. L’articolazione tibio-tarsica L’articolazione tibio-astragalica funziona con quello che viene chiamato mortaio tibio-astragalico, questo mortaio è dato da tibia (malleolo mediale), dal perone (malleolo laterale) e dall’astragalo. Questo è un sistema dinamico che durante i movimenti della caviglia in flesso-estensione, questo si apre (durante la flessione dorsale) e si chiude (nella flessione plantare), questo meccanismo…

Continua a leggere

Testa femorale e acetabolo: uno stretto rapporto

La testa femorale è costituita per 2/3 da una sfera di 40-50mm di diametro ed è attraverso il suo centro geometrico che passano i 3 assi di movimento. La testa è sostenuta dal collo femorale che la unisce alla diafisi.
Acetabolo accoglie la testa femorale, è situato sulla parte esterna dell’osso iliaco alla congiunzione delle 3 parti costitutive. Ha la forma di una semisfera limitata nel contorno dal ciglio cotiloideo, che è anche l’unica parte rivestita di cartilagine.

Continua a leggere

Diastasi Addominale

Per diastasi addominale si intende un’eccessiva separazione tra i due fasci muscolari del retto addominale, quindi la parte destra e sinistra del muscolo si separano tra di loro creando il segno caratteristico della diastasi, ossia una cresta longitudinale che parte dal processo xifoideo dello sterno fino all’ombelico, nella zona che conosciamo come linea alba addominale.
Questa separazione può essere dovuta ad un incompleto sviluppo del retto dell’addome oppure ad un alto stiramento dello stesso muscolo.
Di solito si risolve in maniera spontanea, ma nei casi più gravi è possibile addirittura dover ricorrere all’intervento chirurgico

Continua a leggere

Il sistema linfatico

1. Il sistema linfatico e il suo decorso Il sistema vasale linfatico inizia con i suoi capillari a fondo cieco nel tessuto. I linfangioni (unità contrattili del sistema linfatico) allineati insieme costituiscono le vie linfatiche. Molte di queste vie linfatiche sfociano in un nodo linfatico intermedio, dal quale partono poi 1-2 vie linfatiche. Esse sono…

Continua a leggere

Neuropatie da intrappolamento dell’arto inferiore

Le neuropatie da intrappolamento fanno parte delle neuropatie periferiche locali, ossia tutte quelle sindromi neurologiche che interessano singoli nervi periferici lungo il loro decorso anatomico. Queste sono facilitate da eventuali caratteristiche anatomiche che possono rendere il loro decorso più difficoltoso e maggiormente esposto a pericoli di compressione a causa di tessuti con densità maggiore molto…

Continua a leggere

Neuropatie da intrappolamento dell’arto superiore

Le neuropatie da intrappolamento fanno parte delle neuropatie periferiche locali, ossia tutte quelle sindromi neurologiche che interessano singoli nervi periferici lungo il loro decorso anatomico. Queste sono facilitate da eventuali caratteristiche anatomiche che possono rendere il loro decorso più difficoltoso e maggiormente esposto a pericoli di compressione a causa di tessuti con densità maggiore molto…

Continua a leggere

FOCUS: Menischi inter-articolari del ginocchio

I menischi interarticolari del ginocchio sono la risposta alla non congruenza tra la sfera dei condili e il piano del piatto tibiale: se vogliamo aumentare la superficie di contatto tra sfera e piano dobbiamo necessariamente metterci un “anello” che compensi il gap. I menischi sono contenuti nello spazio tra glena e condilo, a forma di semiluna, interrotti dal tubercolo intercondiloideo; formano così dei corni. I corni del menisco esterno sono più ravvicinati, tanto da sembrare una O mentre il menisco interno somiglia più ad una semiluna come la si intende, avendo quindi una forma a C.

Continua a leggere

Protesi inversa di spalla: Generalità e riabilitazione

1. Generalità Negli ultimi anni l’impianto di protesi ha assunto un enorme valore anche a livello dell’articolazione gleno-omerale (soprattutto con la protesi inversa), articolazione che necessita di un’accortezza ancora maggiore rispetto a ginocchio ed anca. Nonostante la sua complessità si vedono sempre più casi di intervento anche a livello di questa articolazione, anche se i…

Continua a leggere